E-Mail: info@rppuglia.org

Associazione Pugliese per la Retinite Pigmentosa - ODV

A.P.R.P. - O.D.V.

CONTENUTI:

Con Francesco Gravina da Cracovia a Taranto:

rpPuglia NewsLetter
News - rpPuglia
anno dodicesimo n. 591                              28 febbraio 2018

Con Francesco Gravina da Cracovia a Taranto

    Reduce, anche grazie ad un piccolo contributo economico da parte dell’Associazione Pugliese per la Retinite Pigmentosa, dalla partecipazione al terzo Lions World Song Festival For Blind di Cracovia, un festival mondiale per cantanti disabili della vista promosso dal Lions International attraverso i quattro club della nobile città polacca, premiata nel 2011 dalla Commissione dell’Unione europea per le sue iniziative a favore dei disabili, Francesco Gravina, la nostra promessa canora, tornerà presto ad esibirsi, questa volta a Taranto, col brano “Vivi la notte” (di Fabio Barnaba e Giuseppe Di Gioia), e non solo!

 

    A Novembre 2017, prima di partire per questa manifestazione, Francesco Gravina così si raccontava ai nostri tasti:

 

 

    “Vi annuncio un sogno che si realizza: la mia partecipazione al “Festival For the Blind” a Cracovia. Che dire di me stesso? Ho sempre amato la musica e ho sempre cantato senza mai stancarmi. Certo, ora mi trovo ad affrontare un impegno non poco facile, ma cercherò di dare il mio meglio. Ho sempre provato un grande interesse per la musica ed il canto, perché ritengo che questi due strumenti siano un modo di trasmettere emozioni, di parlare alla gente. Magari anche a quelle persone che, nel quotidiano, ti trattano con indifferenza ed evitano anche di salutarti perché si vergognano. L’immaginarmi lì, protagonista della scena, di fronte ad un pubblico che con il suo applauso mi incoraggia, che mi ascolta, mi fa sentire come se stessi volando, come se avessi l’opportunità unica di parlare ai loro cuori.

 

    Sono nato a Taranto, dove risiedo, 53 anni fa. La Retinite Pigmentosa, nella mia famiglia con forma dominante, mi è stata diagnosticata a 12 anni. A quell’età, non avevo grossi problemi visivi. Il verdetto, però, mi presentava il suo insostenibile conto a livello psicologico. Ero circondato da parenti completamente ciechi. Li frequentavo ed era come guardarmi ad uno specchio che mi rivelava il mio futuro. Mi chiedevo se valesse la pena vivere.

 

    Accettare certe realtà non è mai semplice. Con il tempo, ho imparato a convivere con questa patologia. Ora sto bene con me stesso e riesco perfino a divertirmi. La musica mi dà tante soddisfazioni e mi fa compagnia. Per me, Cracovia è un sogno, che mi appresto a vivere per pochi giorni, per poi ritornare a lottare nel quotidiano, contro le discriminazioni. Vivo senza esaltarmi e nemmeno abbattermi. Non sono pochi quelli che mi danno del pessimista, io mi giudico un realista”.

 

 

    A Cracovia, ha vinto un cantante polacco ma, come giustamente sostiene Francesco Gravina, “già prendere parte ad una manifestazione così è stato un successo. E’ stato faticoso, ma ne è valsa la pena. Questo era un Concorso Internazionale, cantavo in teatro, davanti ad un grande pubblico, l’emozione e la soddisfazione sono state molto, molto più intense”.

 

    Adesso, Francesco Gravina è impegnato in un’altra iniziativa di sensibilizzazione sulla cecità, la serata “Musica dal buio”, promossa dal Lions Club Taranto Aragonese, in collaborazione con Lions Club Taranto Host, Leo Club Taranto e Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Taranto.

 

    Il concerto, finalizzato a sensibilizzare sulle disabilità visive, ma anche a raccogliere fondi a sostegno dell’UIC e del Liceo Musicale Paisiello, in difficoltà nella fase transitoria verso la statalizzazione, si svolgerà domenica 11 Marzo 2018, presso la Sala degli Specchi di Palazzo di Città, a partire dalle ore 18:30.

 

    Un quarto d’ora completamente al buio, farà da vestito ad un breve arco di tempo che consentirà ai normodotati di fare, anche se in modo approssimativo e transitorio, l’esperienza della cecità per cogliere le condizioni in cui operano i diversamente vedenti.

 

    Oltre alla canzone inedita “Vivi la notte”, che invita a vedere, scesa la sera, senza più sole che riscalda la pelle, “cose che di giorno non vedi mai” e a viaggiare su “strade libere da camminare, luci accese per poter contare i passi che fai”, Francesco Gravina, accompagnato al piano, canterà anche “Io che amo solo te”, “Come vorrei”, “Che sarà”, “Io che non vivo”, “Io vagabondo”, “Sapore di sale”, “Dicitencello vuje”, “Voce e notte”, “Tu can un chiane”, “Tu si na cosa grande”, “I’ te vurria vasa’” e “Indifferentemente”…

 

    Partecipiamo numerosi a questo appuntamento e, come grido augurale, “urrà, urrà, urrà!” da tutta l’APRP al nostro amico Francesco Gravina!!!

 

 



    di Maria Colucci



Ricordiamo infine, che chiunque ritenga di essere a conoscenza di una notizia utile alla nostra comune causa, può segnalarla alla nostra redazione: redazione@rppuglia.org così da renderla pubblica per tutti, attraverso il nostro sito:

WWW.RPPUGLIA.ORG

Grazie e... alle prossime news!
N.B. - Ricevete questa mail perchè ci avete espressamente autorizzati a farlo all'atto dell'iscrizione alla NewsLetter. Per la rettifica e/o la cancellazione dei vostri dati inviate una mail a: NewsLetter@rppuglia.org provvederemo nel più breve tempo possibile.

Torna indietro